Home pageEnglishAziendaContattiNews

11 aprile 2013

PIANO NAZIONALE AMIANTO

L'8 aprile 2013, a Casale Monferrato (AL), è stato presentanto il Piano Nazionale Amianto da parte del Ministro della Salute Renato Balduzzi.

Tale documento, approvato dal Consiglio dei Ministri il 21 marzo scorso, ora al vaglio della Conferenza Stato-Regioni, in 40 pagine, illustra le “Linee di intervento per un’azione coordinata delle amministrazioni statali e territoriali”.

Le macroaree d'intervento individuate sono tre: tutela della salute, tutela ambientale e sicurezza sul lavoro e tutela previdenziale.

In particolare, è messo in evidenza che il Ministero dell’Ambiente ha censito finora 34.000 siti contaminati e 380 aree a maggior rischio.

Per gli interventi di messa in sicurezza di emergenza, caratterizzazione e bonifica delle situazioni di maggiore pericolosità, il piano stima un fabbisogno immediato di alcune decine di milioni di euro.

Inoltre, sono affrontati, tra gli altri, i seguenti temi: accelerazione dell’apertura dei cantieri di bonifica, smaltimento dell'amianto in conseguenza della scarsa presenza in Italia di discariche nonché la necessità di semplificazione delle normative, con un testo unico per le oltre cento norme esistenti.

E' stata anche introdotta una delle norme proposte da ASSOAMIANTO, a cui AT S.r.l. è associata, relativa alla necessità di certificare la presenza o l’assenza di amianto nei casi di compravendita di immobile, anche se la stessa Associazione aveva proposto, in caso di presenza di manufatti contenenti amianto, oltre alla certificazione, anche la valutazione del rischio amianto, ai sensi del D.M. 06/09/1994.








Lattoneria srl Stop Amianto
web design - DECODO